Riccardi spara a vuoto su Radio Padania

L'ultima crociata del ministro per l'Integrazione Andrea Riccardi è contro Radio Padania. «Esprimo la mia solidarietà ai neo deputati del Pd Cecile Kyenge e Khalid Chaouk, fatti oggetto di gravissime minacce razziste durante una trasmissione di Radio Padania». Dalle parole ai fatti. «Da parte mia, come ministro competente, ho chiesto all'Unar (l'Ufficio antirazzismo di Palazzo Chigi, ndr), di attivarsi per aprire una istruttoria sull'accaduto». La radio non ci sta e replica: «Ministri e deputati del Pd si mettono in coda per commentare notizie false riguardo a Radio Padania, ci attendiamo vengano in coda a chiedere scusa...». E infatti le scuse arrivano. Riccardi rettifica: «Le frasi non provengono da una trasmissione di Radio Padania, ma da alcuni commenti su Facebook».