RIFORMAVoto di scambio: la Camera dà l'ok a pene più leggere

Montecitorio cambia il testo sul voto di scambio politico-mafioso che era stato licenziato dal Senato lo scorso gennaio. Le modifiche più consistenti approvate ieri riguardano l'abbassamento della pena: per il reato di scambio politico mafioso la pena non sarà più dai 7 ai 12 anni di carcere ma passerà da 4 a 10 anni. Critico il M5S che con il senatore Mario Giarrusso parla di «un grande regalo alla mafia». Opposta la reazione del Pd Walter Verini per il quale la nuova legge «dà un colpo al voto di scambio politico-mafioso. Il nuovo testo prevede la punibilità del politico che accetta voti in cambio dell'erogazione o della promessa di erogazione di denaro o di altra utilità».

Commenti