Se il Pm difende solo la Boldrini

Le vittime dei bulli del web sono come le bestie nella Fattoria degli animali di Orwell: tutti uguali, ma qualcuno è più uguale. Nella fattispecie, se a sentirsi telematicamente offesa è la presidente della Camera Laura Boldrini, il pm romano Luca Palamara si precipita a indagare, aprendo inchieste con solerzia. Se invece a ricevere ogni tipo di insulti e minacce sono i poliziotti, additati ogni giorno su Internet come possibili bersagli di violenza no-global, allora il magistrato doppiopesista preferisce archiviare. C'è diffamazione e diffamazione, c'è magistrato e magistrato.

a pagina 11

Gian Marco Chiocci e Patricia Tagliaferri

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.