«Si accordò con la mafia»: i nemici attaccanoLe reazioni di Ingroia e Sarti (M5S)

«Con la morte di Andreotti se ne va un protagonista, più spesso negativo che positivo, della storia italiana degli ultimi 70 anni». Parola di Antonio Ingroia, che conferma come anche da morto Andreotti susciti attacchi e commenti irriguardosi. «In nome delle ragioni della politica e della Ragion di Stato - aggiunge l'ex pm - strinse accordi con la mafia. Andreotti, con le sue tante ombre e poche luci, è morto, l'andreottismo no». Rincara su Twitter Giulia Sarti (M5S): «Morto Andreotti, il condannato prescritto per mafia».

Commenti