«Si parla di noi solo in caso di incidenti» La voce degli armatori

«Si parla di noi solo in casi disgrazie». Nonostante ci si trovi dinanzi a «fatti ancora da chiarire» che lasciano gli armatori italiani, riuniti a Roma per il Mare Forum, addolorati. «Ma vuole scherzare?» è la risposta alla domanda se l'incidente di Genova fosse prevedibile. Il settore è sicuro, ribadiscono in tanti, uno dei più regolati al mondo, «i passeggeri possono stare tranquilli». «La nostra preghiera va alle famiglie delle persone coinvolte», afferma il ceo di Costa Crociere, Micheal Thamm, esprimendo cordoglio per la disgrazia. «Ora bisogna aspettare le indagini - aggiunge - come al solito in questi casi impareremo dopo la lezione». Thamm racconta di non aver mai percepito problemi di sicurezza in quella parte del porto, «probabilmente c'è stato qualche tipo di fallimento tecnico - ipotizza - ma non so. È una cosa molto triste».

Caricamento...

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento