lo spilloLa Corte «Castituzionale»

La Corte costituzionale si è spaccata sull'elezione del presidente. Alla fine a Luigi Manzella (vicino al centrodestra e dato per sicuro dalle voci di corridoio, che ha preso solo 7 voti su 15) i giudici garanti della Carta hanno deciso di puntare su Gaetano Silvestri, di centrosinistra, che ha già detto che il Porcellum - su cui la Corte sarà chiamata a pronunciarsi il 3 dicembre - è incostituzionale. Ancora una volta ha prevalso la prassi di nominare il giudice più anziano (il mandato di 9 anni scadrà il 28 giugno 2014) per garantire le prebende che gli spettano anche dopo l'incarico e non il merito. Uno spreco da Casta che in tempo di crisi forse si poteva evitare...