Spoglio a rilento, una scheda scrutinata ogni dieci minuti

Alle 13, scrutinate solo 716 sezioni su 5308. L'obiettivo: far scattare gli straordinari per i componenti di ogni seggio

Spoglio a rilento in Sicilia, dove ieri il 47,4% degli aventi diritto si è recato alle urne per scegliere il prossimo presidente della Regione Siciliana e rinnovare l'Ars (Assemblea Regionale Siciliana).

Alle 13, lo scrutinio si è concluso solo in 716 sezioni su 5308 (112 su 600 a Palermo). Il ritmo è quello di una scheda spogliata ogni 10 minuti. E menomale che l'affluenza alle urne è stata bassa ( un siciliano su due non è andato a votare), altrimenti la lentezza sarebbe aumentata.

Da scrutinare ci sono circa due milioni di schede elettorali. Le operazioni di scrutinio dovrebbero terminare entro la mezzanotte. Se così non fosse, scatterebbero gli straordinari per i componenti di ogni seggio elettorale, cioè presidente, segretario e quattro scrutatori. Il tempo è denaro.