Via il trash dalla Rai?

La presidente della Rai Anna Maria Tarantola lancia un sasso nello stagno e esce allo scoperto. Un servizio pubblico in cui il trash sia bandito e che promuova attraverso «l'educazione di genere» anche un maggiore rispetto per la donna. Ecco l'obiettivo futuro della presidente. Forse però Tarantola non vede, o non vuol vedere, il bicchiere mezzo vuoto. Trattandosi di tv di Stato e di servizio pubblico, è ben a conoscenza che chi paga il canone sono anche tutti quei cittadini che, diversamente da lei, amano programmi di intrattenimento trash. Giusto dunque bandire per sempre il trash dalla Rai?

Commenti

Grazie per il tuo commento