Violante: "Il Pd non ha garantito i diritti di Berlusconi"

Secondo l’ex presidente della Camera "è grave che alcuni senatori del Pd abbiano espresso il loro orientamento prima di aver consultato tutti i documenti a loro disposizione"

"Silvio Berlusconi aveva il diritto di difendersi davanti alla giunta per le immunità del Senato. Un partito come il Pd che non è capace di garantire i diritti dei suoi avversari non è credibile". A dirlo è Luciano Violante, esponente Pd e giurista, durante la presentazione di un libro all’Università Luiss insieme a Gaetano Quagliariello.

Secondo l’ex presidente della Camera "è grave che alcuni senatori del Pd abbiano espresso il loro orientamento prima di aver consultato tutti i documenti a loro disposizione. Il berlusconismo ha contagiato la sinistra nel senso che è stato anteposta la rivincita sull’avversario rispetto al dato programmatico che consente agli elettori di fare una scelta politica. Si tratta di una visione distorta della politica perché l’unico problema è vincere, mentre una classe dirigente che si candida al governo deve sapere che si tratta di un onore, non di un privilegio".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti