L’Algeria volta pagina: sì all’amnistia per i terroristi islamici

da Algeri

Una massiccia partecipazione al voto (è stato sfiorato l’80 per cento degli aventi diritto) e una larga maggioranza per il «sì» hanno caratterizzato il referendum tenuto giovedì in Algeria. Ai cittadini è stato chiesto di esprimersi su un’amnistia parziale per i ribelli islamici che per più di dieci anni hanno insanguinato il Paese con le loro azioni terroristiche: almeno 150mila persone sono state uccise in uno scenario da incubo. E gli algerini hanno chiaramente scelto di voltare pagina, anche se i risultati ufficiali non sono ancora stati diffusi. Il conflitto era cominciato nel 1992, quando l’esercito annullò il risultato delle prime elezioni libere in Algeria, che stavano per essere vinte dal Fronte di salvezza islamico. Dopo una dura repressione, oggi non restano che un migliaio di terroristi, ormai pronti alla resa.

Commenti

Grazie per il tuo commento