«L’Ama non può far pagare l’Iva sulla bolletta della Tari»

L’Ama non può far pagare agli utenti l’Iva sulla Ta.Ri.: lo sostiene il Codici. «Purtroppo - sostiene il coordinamento diritti del cittadino - la maggior parte dei romani non lo sa ma la Corte costituzionale con sentenza 16/07/2009 ha definito la Tar.S.U. e la Tia, tributi su cui non può essere applicata l’Iva. Roma è stata la prima grande città a sostituire la Tar.S.U. con la Ta.Ri. ma vale la stessa sentenza: è illegale, quindi che ai romani venga addebitata, tra le singole voci in bolletta, anche l’Iva. L’Ama continua quindi a riscuotere indebitamente l’Iva sulla Tariffa Rifiuti». Ama che ribatte: «Al pari degli altri operatori dei Comuni in cui è stata istituita la Tariffa Rifiuti in sostituzione della Tarsu l’Ama è tenuta a proseguire la fatturazione con Iva in assenza di novità legislative da parte dell’Agenzia delle Entrate, nonostante la sentenza della Corte costituzionale».

Commenti

Grazie per il tuo commento