L’antimafia arriva in Germania ma al ritmo della musica dei boss

Scoppia tra Italia e Germania il caso Malacarne. Si tratta di un libro fotografico che dovrebbe spiegare ai tedeschi cosa sono la camorra, la ’ndrangheta e la mafia. Per farlo sono stati reclutati nomi importanti del giornalismo, della politica e del mondo della magistratura: Roberto Saviano, Francesco La Licata, lo studioso Antonio Nicaso, il magistrato Nicola Gratteri e Rita Borsellino. Il volume è già uscito in Germania (e dovrebbe essere pubblicato anche in Italia e in altri Paesi Ue). Ma al testo sono stati aggiunti due cd che contengono canti «tipici» delle associazioni a delinquere del Sud. Gli autori italiani non ne sapevano niente e ora gridano all’inganno, si stracciano le vesti. Non vogliono alimentare una visione romantica e melodica delle mafie oltralpe, contestano che i canti siano un documento culturale. Insomma, quando si vuole spiegare la camorra all’estero bisogna stare attenti. Si sa come si comincia, ma non dove si va a finire...

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti