Via l’assessore allo sport A Firenze la giunta Renzi va a finire nel pallone

Il pallone fa perdere la testa alla giunta di Matteo Renzi. L’assessore allo Sport Barbara Cavandoli ha mollato la spugna dopo l’ennesimo scontro tra Palazzo Vecchio e il club di casa, la Fiorentina. Motivo del contendere il rinnovo della convenzione che disciplina l’utilizzo del mitico «Artemio Franchi». Pochi giorni fa l’ultimo attrito (leggasi litigio) tra i Della Valle e i collaboratori dell’«Obama di Firenze»: tanto che il patron dei viola era arrivato a chiedere le scuse formali del sindaco. Ecco lo sfogo via e-mail della dimissionaria Cavandoli: «Lo stadio e l’area campini dovevano essere gestiti dalla Fiorentina senza nessun costo a carico della collettività. Ma ci è stato offerto un boccone amaro: il testo della convenzione scritto così disattende gli accordi presi». Ergo, i Della Valle si trovino un altro interlocutore. E la giunta Renzi conta già i primi forfeit...
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.