L’uomo alla guida della pattuglia

Antonio Fortunato, tenente. Aveva 35 anni. Originario di Lagonegro, Potenza, comandava la pattuglia che ha subito l’attentato di ieri mattina a Kabul. Lascia la moglie Gianna, insegnante precaria, e un figlio piccolo. Con la famiglia si era stabilito da alcuni anni nelle vicinanze di Siena, a Badesse. La sua famiglia è residente a Tramutola, nel Potentino. L’abitazione di Badesse è visitata da colleghi, amici e parenti che stanno portando il loro conforto. Erano sempre al corrente delle sue missioni all’estero con la brigata Folgore.

Commenti

Grazie per il tuo commento