Lambro, denuncia degli ambientalisti: «Ecco i due colpevoli»

«Abbiamo denunciato due persone perchè le riteniamo responsabili del boicottaggio». Così Lorenzo Croce presidente del tribunale per la difesa degli animali, Aidaa, ha raccontato di aver presentato un esposto in procura a Milano. Dietro l’inquinamento del Lambro ci sarebbe una speculazione edilizia. «In quella zona c’è un’area molto bella che qualcuno ha gestito - è l’ipotesi di Croce - le due persone denunciate avrebbero aperto le cisterne dietro compenso di chi ha messo gli occhi su quella zona. L’allagamento avrebbe dovuto rivalutare il terreno, la zona sarebbe rientrata facilmente in quelle “a tutela ambientale”. Poi la situazione è scappata di mano». Intanto l’inchiesta va avanti, il proprietario della Lombardia Petroli è stato indagato e dieci operai sono stati interrogati come persone informate dei fatti.