Lascia l’ad Mack La società: «Nessuna tensione in cda»

Nessuna tensione all’interno del consiglio di amministrazione di Morgan Stanley. Lo ha detto, in un’intervista all’emittente televisiva Cnbc, l’amministratore delegato di Morgan Stanley, John Mack, che - ha comunicato la società - lascerà la guida della banca. Il suo posto sarà preso, a partire dal 1 gennaio, dall’attuale co-presidente James Gorman. L’uscita di Mack, 65 anni, segna la fine di un periodo tumultuoso per Morgan Stanley, caratterizzato da profitti e perdite record. Mack ha preso le redini della banca nel 2005 e da quando è in carica, complice il difficile periodo, il titolo della società ha perso il 34% mentre. In compenso quello della rivale Goldman Sachs è salito del 70%.

Commenti