Legambiente: «Ora più bus»

Un «abbonamento alla città, che sappia offrire ai cittadini e ai pendolari un servizio pubblico integrato (treni, autobus e metro) e una vera offerta integrativa di forme di mobilità nuova (bici, moto e auto ecologiche a noleggio o in car sharing). È la proposta di Legambiente in vista del ticket d’ingresso ai veicoli che dall'hinterland si muovono verso il centro cittadino. «Il vero punto debole della proposta - scrive Legambiente - è l'offerta di trasporto pubblico, se è vero che da febbraio circoleranno solo 50 autobus in più». Gli ambientalisti sostengono che «è giusto far pagare di più a chi inquina, anche i residenti», e «la pollution charge non deve servire a far cassa, ma a garantire una nuova mobilità a Milano e provincia». E propongono per fine mese un'assemblea provinciale di cittadini e pendolari.

Commenti