Legge sulla trasparenza, Milano all’ultimo posto con Catanzaro

Al primo controllo del ministero della Pubblica amministrazione sull’operazione traparenza voluta da Renato Brunetta, il sito istituzionale del Comune di Milano risulta ancora fuori norma. Il capoluogo è fanalino di coda lombardo e non solo, al pari di Catanzaro, Salerno e Taranto.
Entro il 15 di settembre sulla home page del portale dovrà comparire ben in evidenza il link di rimando ai dati sulle retribuzioni, ai curricula, alle assenze e ai recapiti professionali dei dirigenti comunali. Palazzo Marino però assicura «Saremo a norma entro i prossimi giorni».
Bene invece Regione Lombardia insieme ai Comuni di Bergamo, Brescia, Mantova e Varese.