Lezione di calcio in mondovisione

Rai trade ha venduto i diritti della diretta di Roma-Inter a mezzo mondo, come si usa dire. Beh, si è parlato di un potenziale miliardo e mezzo di telespettatori sintonizzati sull’Olimpico che hanno toccato con occhi, dita, pelle e cuore una partita di serie A. Una partita di quelle che non se ne vedevano da tempo. Una partita che ristabilisce le distanze fra il nostro campionato e le imitazioni sparse ai quattro angoli della terra. Quando la serie A concentra in una partita tutto: rigore, espulsione, pali, gente che sugli spalti non smette di incitare, nessuna manfrina, nessuna scena, un applauso che dalle tribune arriva in campo e rimbalza nuovamente in curva. Se c’era bisogno di riconciliare il calcio italiano con gli italiani e anche con il resto del mondo che ci aspettava al varco, questa è stata la risposta migliore che si poteva dare, in un mercoledì come un altro, scelto come spot: altro che volare al cinema.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.