Londra Brown al Congresso: «Resterò fino alle elezioni»

Ancora una volta nella bufera, incalzato dall’opposizione e dai suoi stessi colleghi di partito, alcuni dei quali continuano a chiedere che esca di scena per fare largo a un leader più carismatico, il primo ministro britannico Gordon Brown torna a ripetere che non lascerà. Lo ha detto alla vigilia del Congresso del Partito laburista che comincia oggi a Brighton e prima del quale il premier ha anche voluto smentire voci sul rischio di una imminente cecità dopo l’incidente da giovane che ha fortemente danneggiato la vista a un occhio. «Non mollerò» fino alle prossime elezioni, previste per la primavera del 2010. Eppure ancora una volta i sondaggi confermano che il premier non ha più appeal sull’elettorato. L’ultima rilevazione Icm dice che per il 43% degli inglesi la scelta migliore è il leader dell’opposizione, il conservatore David Cameron e che Brown è gradito ad appena il 20%. Un divario che si ripete sui singoli partiti: i Tory sono al 40% contro il 26% del Labour.

Commenti

Grazie per il tuo commento