Lorenteggio Accoltella la moglie e si uccide schiantandosi in auto

L’ennesima lite. Le parole, le mani e alla fine un coltello, quello che un cittadino marocchino di 55 anni ha brandito e affondato nel corpo della compagna italiana di 37 anni. Non una sola coltellata, ma più e più affondi, davanti agli occhi della figlia comune di 10 anni. La piccola ha provato pure a intervenire per frenare il raptus omicida del padre e si è procurata una lieve ferita al braccio. I carabinieri sono giunti sul posto, in via degli Apuli 4, zona Lorenteggio, alle 20 e 35 di ieri sera. Lì hanno trovato la madre in un lago di sangue, ma ancora viva. Poco dopo sarà ricoverata al San Paolo, dove è tuttora in pericolo di vita. L’uomo, invece, non era già più in casa. Era uscito con la sua auto, una Ford Escort. Fuori di sé per l’accaduto, si è schiantato contro un palazzo poco distante, all’angolo tra via Morimondo e via Ludovico il Moro. Una botta tremenda, per il nordafricano non c’è stato nulla da fare. Non è chiaro se abbia voluto uccidersi o abbia semplicemente perso il controllo dell’auto. Morirà prima che l’ambulanza lo trasporti al Policlinico.

Commenti