Marino: il Pd democratico solo di nome

Marino: il Pd democratico solo di nome

Su una cosa sono d’accordo i rivali Dario Franceschini e Pierluigi Bersani: escludere dalla gara il «terzo incomodo» Ignazio Marino (nella foto). Rispondono picche a ogni sua richiesta di confronto, anche se lui da giorni insiste per un dibattito a tre davanti agli elettori. Il chirurgo prestato alla politica è amareggiato e denuncia: «Sono arrabbiato, preoccupato. Vedo aprirsi uno scenario che è il contrario di quello che ho in mente per il futuro del Pd. Il rifiuto di Bersani e Franceschini non è altro che il sabotaggio della democrazia interna e un insulto nei confronti dei nostri iscritti». Marino si rende lentamente conto dei metodi dei suoi compagni: «Il partito non può essere democratico solo di nome», attacca.

Commenti

Grazie per il tuo commento