Il Mereghetti si merita un primo piano

In un momento nel quale la rete sta cannibalizzando l'informazione scritta, si può dire che Paolo Mereghetti sia una sorta di «generale Custer» della critica cinematografica cartacea. È appena uscito il suo Il Mereghetti - Dizionario dei film, sorta di bibbia per chi ama il grande schermo. Lo sguardo della Loren in copertina e tre volumi per un totale di quasi 8mila pagine che catalogano, a suon di stellette, 35mila schede di film. Tra le novità, la voce dedicata ai corti di Stanlio e Ollio e quella sui cinepanettoni. Un «must» per chiunque si professi cinefilo doc.

Maurizio Acerbi

Commenti