Messico: narcos sequestrano sposo sull'altare

E' successo in una chiesa di Ciudad Juarez e dell'uomo non si sa più nulla

Non era mai successo, ma nell'inferno messicano la violenza non conosce confini. E così la prepotenza criminale dei narcos che flagellano il Paese ha stabilito un nuovo primato: un commando armato fino ai denti ha sequestrato uno sposo sull'altare prima che pronunciasse il sì. E' successo in una chiesa di Ciudad Juarez, la città che è sulla frontiera con il Texas e che è considerata la più violenta del Messico. Dall'inizio dell'anno, per capirci, sono state uccise circa 800 persone negli scontri fra i cartelli della droga. Anche in questo caso, secondo la polizia, si tratterebbe di un regolamento di conti fra le diverse bande. Finora nessuno ha chiesto il riscatto, insomma il quadro è pessimistico e non lascia presagire nulla di nuovo. Fra l'altro con lo sposo sono stati portati via anche il fratello e lo zio. Dunque, per la polizia difficilmente il matrimonio verrà celebrato.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti