MILANO Con Art Defender gli «sceriffi» dei quadri

È appena nata a Milano la società Art Defender, che per conto di musei, fondazioni, banche, case d’aste e privati si occuperà di un settore dell’arte molto affascinante e avventuroso, che avrebbe intrigato persino James Bond: quello del trasporto delle opere, nonché della loro custodia e, nell’ambito di questa, del restauro. Con un capitale iniziale di 5 milioni di euro, la società di Arteria, partecipata da Toro e Unione fiduciaria delle Banche Popolari (in arrivo anche Gruppo Axa) ha già aperto le sedi di Art Defender di Firenze e Bologna. Le prossime saranno a Venezia, Milano, Roma e Torino.