Milano Futuro in bilico per le classi italo-egiziane

A due giorni dall’inizio del nuovo anno, rimane un’incognita il futuro della scuola bilingue italo araba Nagib Mahfuz di Milano e non si placano le polemiche. La prima campanella per la ripresa delle lezioni suonerà nello stabile in zona Lambrate, nella periferia est della città, dove l’istituto è sotto sfratto in attesa di trasferirsi poi in una nuova sede, che però è ancora da trovare. Una ricerca che quest’estate ha alimentato le invettive della Lega, innescate dalla mano tesa alla comunità egiziana da parte dell’assessore comunale alle Politiche sociali, Mariolina Moioli. Nonostante le polemiche alla scuola italo-araba c’è comunque aria di fiducia e voglia di archiviare la schermaglia con il ritorno sui banchi e con l’arrivo del nuovo preside Hassan Farghal, docente dell’Università orientale di Napoli.