Milano Picchiata a sangue perché non ha una sigaretta

Una ragazza di ventidue anni è stata picchiata da uno sconosciuto che l’ha avvicinata chiedendole una sigaretta e poi l’ha aggredita, mentre stava rientrando nella sua casa a Milano, la scorsa notte. La giovane si trovava a pochi metri da casa, verso le 2, in via Montepulciano, dove abita con la nonna, quando un uomo, probabilmente dell’Europa dell’Est, le si è avvicinato e le ha chiesto una sigaretta. La giovane gli ha risposto che non le aveva perché non fuma, e tanto è bastato per scatenare la furia del balordo che all’improvviso dopo averla insultata ha iniziato a colpirla con una serie di pugni al volto e una volta finita a terra con una serie di calci.
Dopo il pestaggio, l’aggressore è scappato mentre alla vittima non è restato altro da fare che chiamare un’ambulanza. È stata ricoverata all’istituto clinico Città Studi e dopo alcune ore in osservazione i medici l’hanno dimessa.

Commenti