Bike café, dove ristorarsi e fare riparazioniLe «aree di servizio»

Al bar come sulle due ruote, si può fare in un bike cafè, moda nordeuropea che è arrivata da qualche tempo anche in Italia. A Milano gli appassionati di bici non possono non conoscere «Upcycle», il bike cafè più famoso di Milano in via Ampere 59 (in cima ad una rampa, astenersi scansafatiche). Ritrovo per bikers e non, si mangia, si beve, si chiacchiera e si lavora pure: il bar è anche una officina di riparazione per le bici, una sorta di checkpoint, di punto di passaggio. Quindi uno spazio di co-working, dove lavorare (da soli o in compagnia). Ma è anche il posto dove guardare le gare di ciclismo - c'è una sala proiezioni pensata apposta per quello. «Abbiamo voluto aprire Upcycle: per avere, a Milano, un posto dove saremmo sempre voluti entrare », spiegano i gestori. Ma potrebbe essere il primo di una serie: dalla Svezia approderà presto a Milano il Bianchi Café, secondo il progetto del proprietario Salvatore Grimaldi.

Commenti