CARABINIERIIn un mese 10 colpi a Famagosta marocchino in cella

Arrestato subito dopo aver tentato di scippare a una donna l'iPhone, colpo per altro andato male per la reazione della vittima, un marocchino di 31 anni si è visto appioppare, grazie alla tenacia dei carabinieri della stazione Barona, altri 9 aggressioni in strada. Sempre ai danni di donne sole, sempre nello stesso punto il famigerato sottopasso di Famagosta, «habitat» naturale per i suoi colpi. Lo straniero, era stato arrestato il 23 gennaio dopo aver aggredito una signora di 47 anni, estremamente energica e coraggiosa, tanto da farlo desistere e fuggire. Dopo l'arresto i militari si sono accorti che nell'ultimo mese erano già stati tentati diversi altri colpi. Così con la foto del mariuolo in mano, hanno fatto il giro di tutte le vittime, sempre donne sole, tra i 23 e i 47 anni, minacciate a parole, con un coltello o con un grosso sasso. E nove l'hanno riconosciuto, facendo aumentare il conto che la giustizia gli presenterà presto.

Commenti