Crisi di «American pastoral» filtrata dalla penna di Roth

Lo «svedese» aveva tutto. Una moglie bella. Una casa ospitale. Una figlia dolce. E successi nello sport. La crescita della piccola gli regala la rivoluzione. Adolescenza fa rima con lotta contro i genitori e la bambina, ormai grandicella, si stacca e distrugge l'unità familiare. Lo «svedese» non si arrende, rivuole «sua» figlia, vittima del lavaggio del cervello sinistroide. Roth non vincerà mai il Nobel, ma Mc Gregor gli rende omaggio con un film struggente che mostra come i drammi familiari possano cambiare i caratteri trasformando madri di famiglia in donne vuote e uccidendo i padri.

Apollo, Eliseo

Commenti