Fermato alla frontiera con mezzo chilo d'oro Valico con la Svizzera

Arrivato al valico di Maslianico con la sua Porsche Cayennne, alla classica domanda «Qualcosa da dichiarare?» ha risposto ai finanzieri l'ancor più classico «Nulla». Peccato che nella valigetta 24 ore gettata con nonchalance sui sedili posteriori, un milanese diretto in Svizzera, avesse nascosto mezzo chilo d'oro in lingottini. Le Fiamme gialle hanno perciò provveduto all'immediata denuncia e all'altrettanto immediato sequestro dell'oro, cinque lingottini dal valore di 15.600 euro. È andata meglio a un altro autista proveniente dalla provincia di Pesaro Urbino, pizzicato a Brogeda con oltre 50mila euro in contanti infilate nelle tasche della giacca. Per legge è scattato il sequestro solo del 50 per cento del contante.

Commenti