Ma i banditi non si fermano: in poche ore altre tre vittimeSottratti ieri un Daytona, un Perregaux e un Patek Philippe

Gli arresti della polizia non sembrano fermare i rapinatori di orologi che ieri hanno colpito ben tre volte, due volte bloccando passanti una terza con il trucco dello specchietto. Prima vittima l'altra notte in via Toqueville dove un 23enne è stato fermato da due uomini e una donna con la scusa di chiedere una sigaretta. Il giovane ha allungato il pacchetto verso i tre che gli hanno strappato un Rolex Daytona in oro bianco da 18mila euro. Più «classico» il colpo di via Piceno alle 9.30 dove un 37enne ha allungato il braccio per sistemare lo specchietto urtato da un primo scooterista, consentendo al complice di strappargli un Girard Perregaux da 30mila euro. Ultimo colpo della giornata attorno alle 17.30 quando una lituana di 39 anni è scesa dalla sua auto parcheggiata in Conca del Naviglio ed è stata bloccata e rapinata del Patek Philippe con brillanti da 15mila euro da un signore «ben vestito» poi fuggito in sella a uno scooter guidato da un altro signore altrettanto «elegante».

Commenti