«I soldi? Sono già pronti Messi nel bilancio 2010»

L’uscita di Lucio Stanca, amministratore delegato di Expo 2015 spa, non ha colto di sorpresa Palazzo Marino che si è detto assolutamente pronto a fare la sua parte. A partire dai 2,4 milioni di euro necessari per ripianare il debito contratto dalla società di gestione nel 2009. «Abbiamo i soldi in cassa» risponde sicuro l’assessore al Bilancio del Comune Giacomo Beretta. Stesso discorso vale per la perdita contabilizzata dalla società per il 2010: «Abbiamo inserito tra le priorità del bilancio di previsione per il 2010 questi fondi. Che sono nelle disponibilità delle casse comunali».
L’assessore Beretta si sente pronto anche a formalizzare l’impegno a garantire la propria quota di finanziamento per la realizzazione dell’evento da qui al 2015, ovvero 687 milioni in totale di cui 137 circa spettano a Palazzo Marino.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.