DOPO IL NO DEL TARSale giochi, si scommette fino a tardi

Chiusura entro le 2 di notte anche per le sale giochi. Dopo il ricorso al Tar lombardo da parte del gestore di una sala scommesse, il Comune lancia una sorta di piano B sui limiti d'orario da imporre alle 123 attività milanesi e alle sale Bingo. E fa slittare di un'ora, dall'una di notte alle 2, l'obbligo della chiusura. Il Tar a marzo si era pronunciato a favore del proprietario di una sala accogliendo la richiesta di sospensiva ed attualmente il Comune è impegnato in appello al Consiglio di Stato.
Palazzo Marino è anche impegnato per arrivare ad un accordo con la questura (che deve rilasciare le autorizzazioni alle sale) per stabilire almeno delle linee guida specifiche. Ad esempio si chiede di non aprire attività vicino alle scuole «ad altri luoghi sensibili». E di valutare le esigenze di ogni singola zona. Tra le ipotesi anche quella di far chiudere le sale durante gli orari di uscita dei bambini da scuola.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento