Ramelli, due sfregi alla memoria Prima i vandali e poi il Comune

Qualcuno una volta disse: «Signore, la stupidità è un diritto, ma lei ne sta abusando». Sicuramente di questo diritto hanno largamente abusato gli ignoti che l'altra notte in via Paladini hanno rotto il vetro davanti al murales di Sergio Ramelli. Un gesto vile, che in questi giorni può solo alzare ancora la tensione. E non scherza neppure Pisapia che, solito mandare i suoi assessori anche alle feste di condominio, alla commemorazione del ragazzo massacrato da Avanguardia Operaia, spedirà due uscieri.

Commenti