REGOLAMENTO EDILIZIOForza Italia contro il salasso della burocrazia

«Rinunciare a un'impostazione ideologica» e «semplificare la vita a operatori dell'edilizia, famiglie e condomini in un momento di difficoltà come questo». La filosofia che ha ispirato i 240 emendamenti di Forza Italia al regolamento edilizio all'esame del consiglio comunale. Le richieste di modifica riguardano «semplificazioni per chi costruisce o fa piccole ristrutturazioni», ha spiegato il capogruppo Fabrizio De Pasquale, come «la rinuncia alla norma che vieta le serre sulle terrazze» o a quelle «sulle antenne centralizzate anche sui palazzi storici e sull'obbligo di revisione statica per i palazzi con oltre 50 anni». «Siamo contenti e orgogliosi - chiosa Giulio Gallera, coordinatore cittadino - di essere l'unica forza di opposizione che si fa interprete delle reali esigenze di cittadini e operatori, trascurate dalla maggioranza. O la maggioranza condivide la nostra impostazione oppure li terremo in consiglio fino all'autunno».

Commenti