Ruba nella profumeria in centro e tenta di corrompere i poliziottiCorso Vittorio Emanuele

Ha rubato in una profumeria in pieno centro e poi ha cercato di corrompere i poliziotti che lo hanno arrestato, offrendo loro del denaro. È accaduto mercoledì attorno alle 20.30. Protagonista della singolare vicenda M.G., un lettone di 36 anni che prima d'ora sembra non abbia mai avuto problemi con la giustizia.
L'uomo era entrato nella profumeria della catena «Sephora» di corso Vittorio Emanuele II con una borsa foderata con della carta stagnola per mettere fuori gioco gli allarmi antitaccheggio. Poi, convinto di non essere notato, ha occultato 5cinque confezioni di profumo «Chanel n°5» del valore di oltre 500 euro. Mentre stava per uscire dal negozio per andarsene come se nulla fosse, però, il lettone è stato bloccato da un addetto alla sicurezza che lo ha trattenuto mentre qualcuno chiamava la polizia.
A quel punto, vistosi senza scampo, il ladro ha giocato la sua ultima carta offrendo dei contanti ai poliziotti affinché lo lasciassero libero. Ma gli è andata male.

Commenti