VERSO STRASBURGO Renzi candida la Mosca e fa fuori Boeri

La scelta del segretario del partito Matteo Renzi di puntare su cinque donne come capolista nelle cinque circoscrizioni per le elezioni europee premia nel collegio Nord-Ovest Alessia Mosca. E rifila ancora una volta uno schiaffone all'architetto Stefano Boeri che fino all'ultimo aveva sperato addirittura nel primo posto in lista e che alla fine non riesce nemmeno a farsi candidare. Monzese, classe '75, esperta di Europa, da sempre legata politicamente a Enrico Letta di cui è stata braccio destro a Bruxelles dal 2004 al 2006. Deputata al secondo mandato, è capogruppo Pd nella commissione Politiche dell'Unione europea. Sposata e madre di una bambina, fa parte dell'Arel, l'Agenzia di ricerche e legislazione fondata da Nino Andreatta e diretta fino all'aprile scorso anno da Letta. Dietro di lei l'ex governatore del Piemonte Mercedes Bresso e gli eurodeputati uscenti Sergio Cofferati, Patrizia Toia e Pierantonio Panzeri.

Commenti