Minaccia Trovati pelle e testa di cinghiale appesi a un palo

Macabra scoperta, lunedì scorso, in località La Nuda-Brina, a Santo Stefano Magra. Agenti della Forestale si sono imbattuti nella testa e nella pelle di un cinghiale appesi ad un palo di legno. I resti, dopo i rilievi, sono stati smaltiti. Una notizia di reato è stata, però, trasmessa alla Procura della Repubblica. Un atto dovuto anche perché in questo periodo è vietata la caccia al cinghiale, inoltre la macellazione degli animali deve avvenire nel rispetto di precise e severe condizioni igienico–sanitarie. Sono state avviate le indagini per risalire ai responsabili del fatto. Tra le ipotesi anche quella di un segnale di minaccia lasciato dai cacciatori di frodo.

Commenti