Il ministero Per l’istruzione in carcere previsti 1,5 milioni di euro

Fare in modo che in ogni carcere minorile ci sia l’accesso all’istruzione «perché solo così la pena potrà avere una funzione rieducativa». Con queste parole il ministro Mariastella Gelmini ha presentato il progetto «Le Ali del futuro» durante la cerimonia di avvio ufficiale dell’anno scolastico, tenuta al carcere minorile di Sinada (Napoli). Un milione e mezzo di euro per la scuola in carcere dunque. Soldi spesi per progetti di formazione del personale educativo, spazi per l’arte, laboratori professionali. «È necessario - ha dichiarato la Gelmini - che i ragazzi crescano con la conoscenza dei valori della Costituzione».