Il ministro Brunetta ora si inventa il Berluscometro

Renato Brunetta è in perenne movimento. L’ultima trovata? il Berluscometro per misurare quanto c’è di Berlusconi in ognuno di noi. Il ministro della Funzione pubblica non perde occasioni per trovate singolari e curiose. Stavolta è toccato a Sky tg 24 raccogliere le ironiche sparate di Brunetta finito nel mirino delle polemiche per le sue recenti accuse sul golpe bianco di certi poteri forti. Ma tornando al Berluscometro, lo ha definito una «categoria dello spirito» e ha aggiunto di essere al 45-50 per cento. Brunetta tuttavia non si è sottratto a domande spesso anche imbarazzanti come quando gli è stato domandato il collega di governo con cui va meno d’accordo. «Tremonti» ha risposto sicuro, prima di tornare alla carica contro «il ceto finanziario, cultural parassitario (si chiamino élite o lobby) che ha sempre vissuto di rendita, appoggiato da tutti i governi».