Il ministro preferisce il jazz al Comune

Un anno fa è stato eletto in Consiglio comunale a Porretta Terme, ma nella ridente cittadina sull’Appennino bolognese non s’è mai visto. L’illustre assente è niente meno che il ministro dell’Interno Roberto Maroni. L’unica volta che, da consigliere, si è seduto sugli scranni dell’opposizione è stato il 29 giugno 2009. Poi, più nulla. La lunga latitanza ha disturbato il Pd locale che, da qualche giorno, ha lanciato una crociata per chiederne la rimozione. A smarcarsi dalle polemiche, spezzando una lancia in favore del consigliere leghista, è stato però il primo cittadino in persona. A sorpresa, infatti, il democratico Sergio Sabattini continua a sperare in quell’attenzione nei confronti della comunità di Porretta promessa dal ministro nel giorno dell’elezione. Al momento, però, la possibilità più concreta di rivederlo a Porretta sembra essere il Soul Festival in cui è atteso. Non per impegni istituzionali, ma per suonare con la sua band. AZ

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti