Per Montecitorio affitti alle stelle: più 50% in tre anni

Quale affittuario potrebbe mai sostenere un aumento del canone di più del 50% in soli tre anni? Probabilmente nessuno. Ma in Italia godiamo della presenza di una classe di persone unica al mondo, cui aumenti da capogiro o bollette salatissime non fanno batter ciglio: i nostri politici. Sempre pronti a spendere, soprattutto quando non sono loro a dover mettere mano al portafoglio. E quindi ieri si è scoperto che «siamo passati da 30 milioni di affitto nel 2007 a 46,5 nel 2010». Così il segretario dei Radicali italiani, Mario Staderini, ha parlato ieri alla Camera a proposito delle tariffe pagate annualmente da Montecitorio per la locazione dei quattro stabili di Palazzo Marini, sede «distaccata» della Camera dei deputati, di proprietà della «Milano 90 srl» di Roma. A quest’unica società, che fa parte del gruppo di Sergio Scarpellini, va oltre il 40% del budget annuale di Montecitorio.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti