Morti 800 soccorritori più di 270 per tumore

Gli attentati dell’11 settembre 2001 uccidono ancora. Secondo una ricerca dell’assessorato alla sanità dello Stato di New York pubblicata dal New York Post, hanno perso la vita un totale di 817 persone tra i soccorritori che aiutarono a scavare a Ground Zero e i lavoratori della discarica di Fresh Kills Landfill, dove furono portate le macerie del World Trade Center. Almeno 270 sono rimasti vittima del cancro: 80 agli organi dell’apparato digerente e 69 al polmone o alla gola. A questi si aggiungono 37 morti per leucemia. Nella ricerca sono registrati anche 33 suicidi. Altri 149 decessi vengono catalogati come «morti traumatiche» (incidenti d’auto od overdose di droga, incendi o aggressioni. Circa 50 mila persone, tra pompieri, poliziotti e volontari, si occuparono dei soccorsi dopo l’11 settembre.