Napolitano «Equilibrio tra Camere e governo»

Giorgio Napolitano si conferma nel ruolo di difensore del ruolo del Parlamento, che è «insostituibile». E, ricevendo al Quirinale i presidenti delle assemblee parlamentari del G8, il capo dello Stato lancia un monito: non è possibile «sfuggire a un corretto rapporto tra l’esecutivo e l’assemblea parlamentare, a un equilibrio che si fondi sul reciproco rispetto e su uno spirito di autentica collaborazione». Napolitano sottolinea come «in un’epoca di continue trasformazioni e in un mondo sempre più interdipendente chi governa deve poter assumere decisioni tempestive ed efficaci. È questa una necessità comune ai Paesi che non può essere ignorata dai Parlamenti. Ma ciò non significa - ammonisce - che si possa sfuggire a un corretto rapporto tra l’esecutivo e l’assemblea parlamentare, a un equilibrio che si fondi sul reciproco rispetto e su uno spirito di autentica cooperazione». Pur riconoscendo che «tale equilibrio non è facile a realizzarsi».