Narcos: ucciso lo sposo rapito in chiesa

E' finita, come era prevedibile, in tragedia la drammatica vicenda dello sposo messicano rapito da un commando di narcos sull'altare. L'uomo era in chiesa, a Ciudad Juarez, una delle città più violente del mondo quando è stato sequestrato

L'hanno trovato nel cofano di una macchina. E' finita, come era prevedibile, in tragedia la drammatica vicenda dello sposo messicano rapito da un commando di narcos sull'altare. L'uomo era in chiesa, a Ciudad Juarez, una delle città più violente del mondo, e aspettava solo il momento di dire sì alla sua futura moglie. Non ha fatto in tempo: l'hanno portato via. E subito la polizia ha detto che la storia non prometteva nulla di buono. Il finale, sconvolgente, ha confermato i presagi di morte: nel cofano del fuoristrada c'erano quattro corpi, fra cui il suo. Tre uomini e una donna, tutti rapiti dai narcos nella chiesa del Senor de la Misericordia. Dall'inizio dell'anno a Ciudad Juarez, nel nord del Messico, sono state ammazzate circa ottocento persone negli scontri fra i cartelli della droga. Anche questa strage sarebbe un regolamento di conti fra i narcos.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti