Nel mirino Sacco di letame alla libreria Cusl È l’ultimo blitz

All’area antagonista quella denuncia per rapina alla libreria di Cl in Statale, che costò l’arresto e la condanna a 5 anarchici, non è ancora andata giù. Così dopo gli assalti dell’anno scorso, ieri due persone hanno lanciato dentro la Cusl un sacco di escrementi. Il primo assalto avvenne il 3 ottobre 2009 quando Valerio Ferrandi e quattro anarchici pagarono 800 fotocopie a calci e pugni. In lessico giuridico fa «rapina», reato per il quale il 13 novembre i cinque furono arrestati: Ferrandi finì a San Vittore, gli altri ai domiciliari. E per una settimana la Cusl fu oggetto di assalti e intimidazioni. Il mese scorso il processo si concluse con condanne a pene oscillanti intorno ai due anni e mezzo. E ieri alle 9 è scatta la vendetta. Due giovani mascherati sono passati di corsa e hanno gettato un sacco di letame dentro la libreria per poi fuggire.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti