Nel primo semestre utile a 150 milioni migliora la cassa

Prysmian ha chiuso il primo semestre con un utile netto di 150 milioni, in calo del 20,9% rispetto ai 190 milioni dello stesso periodo 2008. I ricavi si sono attestati a 1.848 milioni, rispetto ai 2.659 milioni del primo semestre 2008. L’ebitda rettificato è risultato pari a 193 milioni (-33,3%), il risultato operativo rettificato a 161 milioni (-37,9%). La posizione finanziaria netta infine è migliorata attestandosi a 660 milioni rispetto ai 780 milioni del primo semestre 2008. «Nonostante i perduranti effetti della crisi delle economie mondiali - ha dichiarato l’ad Valerio Battista - il nostro gruppo è riuscito a mantenere gli elevati livelli di marginalità del 2008. I segnali evidenziati nel secondo trimestre sono sicuramente positivi, con una stabilizzazione dei volumi e un significativo miglioramento dei margini».

Commenti