Il nuovo padrone della Russia si chiama Eltsin

Boris Eltsin, detto «corvo bianco», il leader che in una sessantina di ore ha riportato il «nemico» Gorbaciov al Cremlino, e un po' di tranquillità nel mondo (...) ha parlato con la voce profonda, davanti a un'assemblea che lo ascoltava composta, come se gli scontri e i morti della notte precedente fossero avvenuti mille chilometri lontano, e non invece sulle barricate oltre le finestre: linee di filobus disposti trasversalmente e rimorchi rovesciati; ferraglia in disordine, elettrodomestici rossi di ruggine bagnata. La sua vittoria, non c'è dubbio, dipende tanto dal coraggio e dall'abilità dimostrata, quanto dalla goffaggine degli avversari. Ma è una vittoria che lo ha già trasformato da capopopolo in eroe. Da oggi, per milioni di russi, Eltsin è il cavaliere solitario. Gorbaciov è la fanciulla salvata dalle grinfie del drago. Una posizione imbarazzante, per il padrone del Cremlino.
Beppe Severgnini - 22 agosto 1991

Commenti