Olimpia, addio al patto Bellaveglia: si tratta

Hopa

«Un accordo ancora non c’è, stiamo lavorando». È quanto ha dichiarato all’agenzia Radiocor Stefano Bellaveglia, vicepresidente vicario di Hopa, in merito agli incontri che si sono succeduti in giornata fra banche, soci bresciani e advisor per definire un accordo relativo alla quota del 16% che la merchant bank bresciana detiene in Olimpia, la cassaforte di controllo di Telecom. Questa mattina è in programma il cda di Hopa in cui si affronterà il tema. Nella riunione saranno anche cooptati i rappresentanti di Antonveneta, azionista con il 3,6%, Unipol (7,13%) e Fingruppo (32,4%). Per la banca patavina il candidato dovrebbe essere Piero Montani, per Unipol Pier Luigi Stefanini. Il cda di Hopa prenderà atto della comunicazione arrivata attraverso gli advisor di Olimpia della formale disdetta del patto che lega la finanziaria bresciana alla holding che controlla il gruppo di tlc italiano.

Commenti